Tesi di Laurea

L'esame di laurea è la prova che completa il percorso di studi di ciascuno studente. L'esame viene discusso pubblicamente, di fronte alla Commissione di laurea che valuta la carriera universitaria dello studente.

Tutte le informazioni utili sono presenti nella pagina del SELF Studenti → Guide UniSS → Scegli la tua tesi di Laurea.

Si consiglia di leggere attentamente anche il seguente link Ammissione all’esame di laurea

Per il conseguimento della laurea magistrale la presenza di un correlatore/correlatrice è obbligatoria.

 

Una tesi può essere:

  • compilativa, quando prevede la stesura di una rassegna storico-critica relativa ad un argomento, una corrente di pensiero, un periodo storico. Si lavora su del materiale già esistente;
  • di ricerca, quando - partendo da studi o dalla letteratura esistente - analizza autonomamente il campo d`indagine.

Nella stesura della tesi occorre seguire uno schema generale che si può così riassumere:

  1. scelta del titolo e dell`oggetto;
  2. obiettivo che si vuole perseguire;
  3. strumenti che si utilizzeranno per raggiungerlo (possono essere testi cartacei e/o multimediali, siti internet, riviste, indagini scientifiche etc.);
  4. metodo di ricerca che si intende utilizzare;
  5. fonti di riferimento che si intendono consultare;
  6. principali risultati che si intende ottenere.

La tesi di laurea deve essere così strutturata:

  • indice, redatto in forma provvisoria all`inizio del lavoro (sarà rivisto alla fine in forma definitiva);
  • introduzione, che sarà il primo capitolo della tesi e dovrà illustrare con chiarezza gli obiettivi e le ragioni sottostanti alla loro scelta, fornire alcuni cenni in merito alla letteratura scientifica, presentare gli strumenti utilizzati (la metodologia) e l`organizzazione essenziale in parti e in capitoli;
  • capitoli centrali, che avranno una struttura diversa a seconda dell`ambito disciplinare e della metodologia impiegata;
  • conclusioni (che rappresentano l`ultimo capitolo della tesi e il coronamento del lavoro svolto);
  • note, che servono ad identificare la fonte dalla quale è tratta una informazione oppure a fornire ulteriori considerazioni, citazioni e rinvii, che altrimenti appesantirebbero il testo, rischiando di far perdere il filo a chi legge;
  • bibliografia, che rappresenta l`elenco delle opere citate in ordine alfabetico e descritte per esteso;
  • allegati.

Per essere ammesso a sostenere l`esame di laurea, lo studente deve:

  • essere in regola con il pagamento delle tasse universitarie;
  • aver effettuato il versamento di 30,00 Euro come contributo per il rilascio della pergamena di laurea;
  • aver conseguito tutti i CFU (Crediti Formativi Universitari) previsti dal proprio Piano di studi;
  • aver superato l`ultimo esame entro e non oltre 7 giorni prima della laurea.

Voto di Laurea e premialità

Il Dipartimento di Storia, Scienze dell`Uomo e della Formazione, per l`attribuzione dei punti tesi di laurea, adotta i seguenti criteri da sommare al punteggio di partenza:

Lauree triennali
Punti tesi: Max. 5
Laurea in corso*: 2
Erasmus**: 1
Punti totali: Max. 8

Lauree magistrali
Punti tesi: Max. 6
Laurea in corso*: 2
Erasmus**: 1
Punti totali: Max. 9

* per laurea in corso è intesa la laurea conseguita entro la sessione straordinaria del 3° anno di corso (o del 2° per le lauree magistrali).

** Il punto assegnato per un "Erasmus di qualità", secondo il delegato di Dipartimento prof.ssa Melis, è determinato dal numero di crediti acquisiti, dalla media dei voti e dalle eventuali certificazioni conseguite all`estero. Si devono inoltre considerare la premialità attribuibile agli studenti che partono per preparare la tesi nei centri di ricerca o nelle biblioteche straniere, e le possibilità di aggiungere titoli al proprio percorso con laboratori, stages, ecc. svolti dallo studente oltre i crediti previsti.

- l'eventuale lode attribuita negli esami di profitto non da diritto ad alcun punto suppletivo ai fini della prova finale.

COME CALCOLARE IL VOTO DI PARTENZA SU BASE 110

Bisogna prendere la media dei voti su base 30 (la fornisce il vostro SELF – dalle sessioni 2017 utilizzare esclusivamente la media ponderata), dividere per 3 e moltiplicare il risultato per 11. Bisogna arrotondare la parte decimale: all’unità superiore se la parte decimale è uguale o maggiore di 0,5; all’unità inferiore se la parte decimale è minore a 0,5.

Esempio:

Media 28,75/30 --- 28,75/3*11=105,416 arrotondato a 105

Media 28,89/30 --- 28,89/3*11=105,93 arrotondato a 106

N.B.: il 30 e lode vale comunque 30 ai fini della media.

Domanda di conseguimento del titolo finale

Si ricorda che allo studente è consentito iscriversi all`anno accademico in sub condicione solo nel caso in cui debba sostenere al massimo 4 esami per il completamento del piano di studi. L`iscrizione in sub condicione permette allo studente di non dover pagare le tasse per l`iscrizione all`anno accademico successivo, purchè consegua il titolo di laurea entro la sessione straordinaria dell`anno accademico in corso.

Lo studente che non sosterrà l`esame finale di laurea nella sessione indicata, dovrà ANNULLARE LA DOMANDA DI LAUREA ON-LINE almeno 7 giorni prima dell'inizio della sessione stessa e rinnovare la domanda online per la sessione successiva nei termini indicati; in tal caso, trattandosi di rinnovo, non dovrà essere applicata la marca da bollo.

Calendario prossime sessioni di laurea

Le date delle sessioni di laurea sono pubblicate nella pagina del calendario didattico al link https://dissufdidattica.uniss.it/it/didattica/calendario-didattico

Risorse utili